Cappotto

L’isolamento a cappotto (o “cappotto isolante”) è una tecnica per la coibentazione termica e acustica delle pareti di un edificio, applicando il materiale isolante all’esterno invece che dentro la parete.
Il rivestimento a cappotto o isolamento a cappotto può essere realizzato sia sulla faccia esterna della parete che su quella interna; quest’ultimo sistema è meno utilizzato dal momento che non sempre risulta efficace contro i fenomeni di condensa, tuttavia presenta molti vantaggi rispetto al cappotto esterno: un costo minore, una posa meno laboriosa e soprattutto la possibilità di applicarlo ad una singola unità abitativa
La grande maggioranza degli edifici esistenti oltre l’80-90% non ha mai avuto interventi di riqualificazione energetica e sono stati costruiti prima delle leggi sul contenimento energetico

Basta un solo centimetro di ISOLANTE per ottenere  un miglioramento del 25% delle prestazioni! Questo si traduce in: -25% di dispersioni energetiche attraverso l’elemento.

Cappottoooo

 

Immagine cappotto 2

Immagine sito

Riscaldare d’inverno e raffreddare d’estate le nostre abitazioni è diventato un onere molto elevato e purtroppo sempre in costante incremento a causa dell’aumento dei costi delle materie energetiche ( metano, gpl, gasolio ecc.)

Oggi possiamo frenare in modo definitivo questi costi grazie a un intervento di riqualificazione energetica che riduce immediatamente il consumo energetico e l’emissione di CO2, e ottimizza il rendimento dell’energia accumulata.
Tenuto conto delle detrazioni del 65% attuali il costo è praticamente inesistente!

immagine cappotto

Design Serramenti installa Sistemi a Cappotto, questo significa che non assembla questo e quel materiale in modo casuale, ma installa un sistema completo ( isolante, collante, rete, tasselli, rasanti, finitura colorata) tutti provenienti da una medesima azienda che è in regola con le certificazioni ETA (certificazione tecnica europea).

Modalità di esecuzione:

1. Apposizione del profilo di partenza in alluminio
2. Pannelli isolanti in EPS meglio se misti a grafite , salvo diversa scelta dettata da altre esigenze ( pannelli in lana di roccia o in legno) il cui spessore viene scelto dal tecnico progettista. In assenza di un progettista sarà la nostra azienda che sulla base delle caratteristiche costruttive dell’edificio ( tipo di muratura e spessore) e alla zona climatica di appartenenza valuterà insieme a dei tecnici specializzati ,il tipo di materiale e lo spessore idoneo al fine di ottenere un determinato risultato energetico finale.
I pannelli verranno incollati tramite la linea guida cortexa.
3. Tassellatura 6 tasselli/mq in media, salvo casi particolari.
4. Apposizione di Paraspigoli agli angoli, profili con gocciolatoio su architravi, armature diagonali in corrispondenza delle finestre
5. Rasatura armata mediante affogatura di rete alcali-restitente in apposito rasante, necessaria per conferire resistenza meccanica e termica al cappotto.
6. Mano di fondo prima della colorazione a spessore
7. Finitura a spessore pari o superiore a 1,5mm di granulometria con anti alga e antimuffa avendo cura di scegliere un colore con indice di riflessione superiore a 20 , onde evitare un eccessivo surriscaldamento della barriera termica.

Immagine cappotto 3Frasson-4